macraider.tv

Podcast e altre storie sul mondo Apple…

iPad Air: la recensione di macraider NEWS

| 0 commenti

La scatola di iPad Air

La scatola di iPad Air

Chissà quante recensioni avete già visto di iPad Air, da meno di una settimana negli store di una trentina di paesi del mondo. Poteva mancare la mia, visto che l’ho acquistato il 1° Novembre e ricevuto ieri? Certo che no!  Possedevo un iPad di terza generazione, wi-fi 32 GB, bianco, quindi non ho mai provato la quarta generazione e sono passato direttamente a iPad Air, stessa configurazione del precedente, ma nero e grigio siderale. Ed è stato un notevole salto, direi!

Scopriamo iPad Air...

Scopriamo iPad Air…

Sapevo già perfettamente come erano disposti il tablet e i suoi accessori all’interno della scatola, essendo il mio terzo iPad (il primo è stato un iPad 2), quindi, niente sorprese stavolta. Almeno così pensavo.

Come si presenta la scatola

Come si presenta la scatola

La sorpresa è stata, non tanto lo spessore (a occhio si e no 1.5 mm meno, tanto osannato dalla pubblicità, senza motivo), ma la leggerezza del dispositivo. 470 grammi, 180 grammi meno di prima, che in realtà non sono nulla, fanno sembrare il nuovo Air fatto di cartone pesante.

La prova bilancia, iPad 3

La prova bilancia, iPad 3

La prova bilancia, iPad Air

La prova bilancia, iPad Air

Si solleva e si regge benissimo con 1 mano, e l’alluminio è gradevolissimo al tatto, né troppo ruvido né troppo liscio. Il colore grigio siderale del retro non è troppo scuro rispetto alla versione argento, e la somiglianza con iPad mini è enorme, compresi i tasti del volume separati e gli altoparlanti stereo.

Il retro di iPad Air

Il retro di iPad Air

Sul retro del dispositivo nessuna sorpresa: si chiama semplicemente iPad, come tutti gli altri. Ma parliamo della parte frontale: come spiegato più volte, da una fotografia è assolutamente indistinguibile da un iPad mini, avendo i bordi laterali di una larghezza pari a circa la metà rispetto ai modelli precedenti. Questa è la prima volta (scusate, ma non ci avevo mai fatto caso) che osservo da vicino anche il connettore e relativo cavo Lighting: è veramente molto piccolo! Solo 7 mm di larghezza. iPad Air è il primo tablet Apple con processore A7 a 64 bit (e relativo co-processore M7) che a differenza di iPhone 5S, viaggia a circa 1.4 GHz. Abbiamo visto proprio in questi giorni che la batteria è di capacità inferiore rispetto a iPad 4, ma la durata della batteria è garantita, con prestazioni addirittura superiori alle 10 ore, che non si riferiscono alla navigazione sul web (di ore ne durerebbe anche 20), ma a un utilizzo intenso (giochi). Addirittura è di 1 giorno fa la notizia che nel modello wi-fi + Cellular, la funzione hotspot wi-fi è in grado di erogare 24 ore di segnale!

Le applicazioni gratuite di iPad

Le applicazioni gratuite di iPad da scaricare a parte

Il processore di iPad Air ha solamente 1 GB di RAM a disposizione, è veramente poca se ne facciamo un uso intenso, ma allo stesso tempo il processore la svuota e riempie con tale velocità quasi da non risentirne, tranne nel fatto di ricaricare le pagine in Safari e attendere una frazione di secondo in più nell’aprire un’app. L’attivazione è durata pochi secondi, e prima di effettuare il ripristino, sono andato su App Store e mi si è presentata l’immagine che mi aspettavo: scarica gratuitamente alcune applicazioni per utilizzare al meglio il tuo iPad. Ecco le applicazioni di iLife e iWork, completamente gratis, come promesso… mi raccomando, scaricatele tutte e non dimenticate anche “Trova il mio iPhone”. Ora posso scaricare le App di iLife e iWork anche sul mio iPhone, senza mai averle acquistate.

Anche su iPhone

…che come per magia, posso immediatamente scaricare anche su iPhone 🙂

La fotocamera è sempre quella di iPad, non mi aspettavo grandi cambiamenti. Grande delusione per chi si aspettava l’effetto “burst” come in iPhone 5S (dopotutto il processore è lo stesso): questo è strettamente legato alla fotocamera di iPhone 5S e tenendo premuto il tasto, verranno scattate solamente circa 4 foto al secondo. Non male, ma non è lo stesso di iPhone 5S, dove ci sono ben 10 foto al secondo, e tutte alla massima qualità che è di 8 Mp. Per il resto, iPad Air è una vera scheggia: non si ferma davanti a nulla, anche se ci sono alcuni elementi dell’interfaccia di iOS 7 che ancora vanno a scatti, per esempio attivare la ricerca Spotlight per la prima volta trascinando verso il basso una schermata home.

La mia schermata home

La schermata home del mio iPad Air

Insieme ad iPad Air, ho acquistato una Smart Case dello stesso colore. Le nuove Smart Case, sono di ottima fattura, in pelle all’anilina gradevole al tatto. A differenza della Smart Case della generazione precedente, gli elementi pieghevoli sono 3 e non 4 (l’iPad stava in piedi a malapena e rischiava sempre di ribaltarsi), con un elemento magnetico in più che blocca il tutto appena si è formato il “triangolo” e girarlo sul retro per avere una posizione stabile (vedi foto).

Smart case nera

Smart case nera

Concludendo, posso dire che sono veramente contento dell’acquisto, e visto che provengo da iPad 3, posso dire che l’incremento di prestazioni è stato notevole. Se, da come si dice in questi giorni, il 75% degli acquirenti di iPad Air sono già utenti iPad, mi sento di dire a chi possiede un iPad di quarta generazione, probabilmente non vedrete così evidente questo aumento di prestazioni (il doppio), perché il vostro è già molto performante. Se non vi “pesano” quei 650 grammi, aspettate la prossima generazione.

Lascia una recensione

Please Login to comment
  Subscribe  
Notificami